Allenamento nella calura estiva: da queste temperature dovresti allenarti più lentamente

Molto più divertente in estate: fare jogging, ad esempio, o giocare a beach volley con gli amici.

Anche coloro che altrimenti si allenano al chiuso potrebbero ora spostare l’allenamento all’aperto.

Ma quando le temperature aumentano, un allenamento all’aperto può diventare pericoloso. Il calore stressa il corpo, anche se non lo senti ancora così.

Lo stress aggiuntivo da sport dovrebbe quindi essere evitato alle alte temperature.

Quali sono i rischi di un allenamento estivo?

Il caldo estremo può portare rapidamente alla disidratazione e crea anche problemi al sistema circolatorio. Soprattutto se ti alleni sotto il sole cocente, rischi un colpo di sole, un colpo di calore o un collasso circolatorio.

Quando ti surriscaldi, la temperatura corporea sale rapidamente a 40 gradi e quindi diventa pericoloso.

Quello che molte persone non sanno è che sudi di più quando fa caldo e il flusso sanguigno pompa più sangue verso la superficie della pelle per raffreddarla. Di conseguenza, meno sangue è disponibile per i muscoli, con conseguente calo della pressione sanguigna e aumento della frequenza cardiaca.

Questo è evidente, ad esempio, attraverso vertigini e indisposizione.

Possono verificarsi anche crampi da calore, anche con una temperatura corporea altrimenti normale. Le contrazioni muscolari dolorose possono verificarsi quando il corpo ha espulso troppi elettroliti.

Anche le radiazioni UV non vanno ignorate: il sudore agisce come una lente d’ingrandimento e favorisce le scottature. Di conseguenza, la pelle invecchia più velocemente e aumenta il rischio di cancro della pelle.

Ecco perché la protezione solare è importante per gli sport all’aria aperta, anche quando il cielo è nuvoloso. È anche importante notare che i raggi UV possono penetrare attraverso gli indumenti: una maglietta bianca offre solo la stessa protezione dal sole di una crema solare con un fattore di protezione solare di 5.

Quando fa troppo caldo per fare esercizio?

A temperature più elevate dovresti ridurre il carico di lavoro sportivo e scegliere un ritmo più lento.

Se pratichi sport all’aperto nonostante l’ondata di caldo, dovresti allenarti al mattino presto o alla sera, se possibile. In questo modo eviti il ​​sole e il caldo estremo in una certa misura.

Tuttavia, il corpo può essere influenzato dal calore. Sono quindi importanti la protezione solare e un’adeguata assunzione di liquidi ed elettroliti.

Galleria immagini: I migliori consigli contro la calura estiva

Tuttavia, non esiste un limite di temperatura concreto al di sopra del quale sia semplicemente troppo caldo per lo sport. L’umidità, ad esempio, gioca un ruolo decisivo anche nella percezione individuale del calore. Correre è più facile con il caldo secco che con l’aria afosa di un temporale.

Un valore approssimativo può essere di 30 gradi, tuttavia, con un’umidità elevata può diventare scomodo anche a temperature inferiori.

Il buon senso aiuta sempre: non appena ti rendi conto che l’allenamento all’aperto sta diventando troppo faticoso o ti senti a disagio con l’allenamento, dovresti interrompere.

Se hai questi sintomi, dovresti interrompere l’allenamento:

  1. crampi muscolari
  2. vertigini
  3. sentirsi debole
  4. fatica
  5. male alla testa
  6. sudorazione eccessiva
  7. Sensazioni come confusione o irritabilità
  8. caduta della pressione sanguigna
  9. problemi di vista

Leave a Reply

Your email address will not be published.