Come 150 minuti di esercizio migliorano la tua vita

Dato che corro regolarmente e molto, mi è stato spesso chiesto: non è troppo? Hai ancora la taglia giusta?

Queste domande mi hanno infastidito per molto tempo, ho sentito che era esagerato. In effetti, penso che ognuno debba trovare il giusto equilibrio per se stesso.

Nessuno studio ti aiuterà in questo, dopotutto siamo individui. Nessun corpo funziona come l’altro.

Ciò che è troppo per una persona è solo un programma di riscaldamento per un’altra. Tuttavia, sorge spesso la domanda: cosa devo fare per superare la vita in forma?

L’OMS raccomanda

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha una chiara raccomandazione: gli adulti di età compresa tra 18 e 64 anni dovrebbero incorporare 150 minuti di attività moderata a settimana nella loro vita quotidiana. Un numero che all’inizio potrebbe spaventare molti. A prima vista, sembra un numero significativo. Quando dovresti inserire quasi due ore di esercizio nella già intera settimana? E soprattutto, cosa significa “moderato”? Su una scala da uno a dieci, sarebbe circa un cinque, per darti un’idea. In termini di corsa, sarebbe più una camminata veloce che un allenamento a intervalli. Vedi? E già questi 150 minuti sono abbastanza fattibili.

La salute è la ricompensa

Quindi l’esercizio moderato rientra nel regno delle possibilità, questa è la buona notizia. Ma c’è di meglio: chiunque sappia disciplinarsi qui, chi investe questi 150 minuti, sarà ricompensato profumatamente, o ricompenserai te stesso. Molti studi dimostrano che puoi ottenere cose straordinarie con questo carico di lavoro: il rischio di subire un infarto diminuisce. Allo stesso modo, il diabete di tipo 2, gli ictus e alcuni tipi di cancro hanno significativamente meno possibilità di danneggiarci. Per inciso, un numero lascia senza parole in questo contesto: i tedeschi si muovono troppo poco durante il giorno. In media, percorriamo 800 metri al giorno, quindi non sorprende che la Germania stia ingrassando nel confronto internazionale.

Puoi fare 150 minuti in questo modo

Chi pensa che il tempo consigliato non possa essere raggiunto perché devi completarlo in una volta si sbaglia. Questo è anche il risultato degli studi: puoi dividere il tempo completamente! Puoi anche spezzare i 30 minuti al giorno. E infatti: è esattamente come ho iniziato dieci anni fa! Ho corso per 15 minuti al mattino e poi di nuovo la sera dopo il lavoro. Sì, questo inizio è difficile. Ma molto rapidamente i 15 minuti diventano molto di più. E davvero chiunque può inserire 30 minuti nella propria vita quotidiana.

Ancora una volta, per darti una sensazione, 30 minuti di attività moderata sono circa 7.000-8.000 passi. Un buon tracker o uno smartwatch possono essere utili aiutanti per controllare i passaggi. Chi ha meno di 60 anni dovrebbe fare almeno 10.000 passi al giorno e chi ha più di 60 anni dovrebbe fare da 6000 a 8000 passi. E questo è davvero fattibile per tutti. Anche mio padre, che ha 72 anni, riesce comunque a fare almeno 10.000 passi al giorno. Per lui, è portare a spasso il cane. Papà è il mio grande modello. Lo è sempre stato. Correva molto. Oggi cammina, perché le sue ginocchia non gli permettono più di fare jogging.

Ci vuole di più per rimettersi in forma

Un messaggio un po’ sobrio alla fine: la raccomandazione dell’OMS si riferisce esclusivamente agli effetti sulla salute dell’esercizio. Se vuoi rimetterti in forma, se vuoi dimagrire, se vuoi migliorare le tue prestazioni atletiche, devi davvero fare molto di più.

Ma anche allora il numero è davvero gestibile: se vuoi mantenere il tuo peso, se vuoi migliorare e rafforzare la tua resistenza, devi raddoppiarla. Un’ora di attività è sufficiente per ottenere tutto questo. Ed eccoci davvero tornati a misura. E qui spesso pongo la domanda al contrario: non è una buona misura sapere che devi solo investire un’ora al giorno in te stesso per rimanere in forma e in salute per sempre? Penso che sia così che funziona.

Mike Kleiss/Mike Meyer

Questo è il nostro editorialista in corsa Mike Kleiss

Mike Kleiß fa sport fin da bambino. “Chi si esercita ottiene di più” è il suo motto nella vita. La corsa è sempre stata la sua materia preferita. Per sette anni ha corso tra i 15 ei 20 chilometri quasi tutti i giorni, spesso in maratone e talvolta in ultramaratone.
Finora, il nostro editorialista ha pubblicato due libri sulla corsa. È il fondatore e amministratore delegato dell’agenzia di comunicazione GOODWILLRUN. Mike Kleiss vive con la sua famiglia ad Amburgo e Colonia.
Qui condivide le sue esperienze come corridore per motivare gli altri a fare jogging.

Leave a Reply

Your email address will not be published.