Come i dolcificanti possono danneggiare l’intestino

I loro nomi sono aspartame, ciclamato, saccarina e sucralosio. I dolcificanti sono spesso usati nelle bibite senza zucchero come Diet Cola, Fanta Zero e prodotti simili.

I composti ottenuti industrialmente dalle piante hanno un potere dolcificante molto elevato, ma non calorico.

Ecco perché sono utilizzati principalmente nei prodotti dietetici e leggeri.

Definizione dell’Associazione alimentare tedesca
I dolcificanti sono additivi che addolciscono il cibo ma, a differenza dello zucchero e dei suoi sostituti, non forniscono energia. Inoltre, non hanno alcun effetto sui livelli di zucchero nel sangue o sulla salute dei denti.

Gli effetti a lungo termine finora non sono chiari

I dolcificanti artificiali non sono affatto innocui. Sempre più studi stanno ora studiando gli effetti dei prodotti chimici sul corpo e dimostrano l’influenza sui livelli di zucchero nel sangue, sulla sensazione di sazietà e sulla salute intestinale. Undici dolcificanti sono attualmente approvati nell’UE, ma tutti con un dosaggio massimo raccomandato. Ciò è dovuto principalmente al fatto che le conseguenze a lungo termine del consumo regolare di dolcificanti non sono state ancora sufficientemente studiate.

Uno studio attuale della British Anglia Ruskin University del 2022 mostra per la prima volta che il consumo eccessivo di dolcificanti artificiali porta a cambiamenti patologici nei batteri intestinali – e nel peggiore dei casi può causare la distruzione delle pareti intestinali.

I dolcificanti agiscono sulle cellule intestinali

Secondo lo studio, dolcificanti artificiali come saccarina, sucralosio e aspartame, che si trovano principalmente nelle versioni dietetiche delle bevande analcoliche, possono indurre i batteri intestinali a invadere le cellule intestinali. I dolcificanti interagiscono principalmente con i batteri intestinali del tipo Escherichia coli (E.coli) ed Enterococcus faecalis (E.faecalis).

“Ci sono molte preoccupazioni sul consumo di dolcificanti artificiali, con alcuni studi che dimostrano che i dolcificanti possono influenzare lo strato di batteri che sostiene l’intestino, noto come microbioma intestinale”, afferma l’autore principale dello studio Havovi Chichger.

I risultati dimostrano per la prima volta gli effetti patogeni dei dolcificanti artificiali come saccarina, sucralosio e aspartame. I dolcificanti appropriati interagiscono con i batteri sani nell’intestino, il che porta a una maggiore adesione dei batteri intestinali, spiega Chichger. Le aderenze formano un biofilm, una pellicola batterica resistente che copre la membrana mucosa dell’intestino e riflette uno squilibrio nella flora intestinale.

Anche due lattine di bevanda leggera sono troppe

Gli autori dello studio sottolineano che anche le più piccole quantità di dolcificanti possono causare danni all’intestino: due lattine di note bibite leggere sono sufficienti per aumentare significativamente la patogenicità di E. coli ed E. faecalis. Saccarina, sucralosio e aspartame hanno effetti dannosi simili sulla flora intestinale, con la saccarina che non ha effetti significativi sull’invasione di E. coli.

Gli studi hanno precedentemente dimostrato gli effetti negativi dei dolcificanti sulla salute intestinale.

flora intestinale distrutta

Un altro studio dell’Anglia Ruskin University del 2021 ha esaminato l’effetto dei dolcificanti sulla flora intestinale. Il risultato: i dolcificanti prodotti sinteticamente fanno sì che i batteri intestinali si attacchino a determinate cellule della parete intestinale, le penetrino e le uccidano, distruggendo così sistematicamente la flora intestinale. Nel migliore dei casi, questo può portare a problemi digestivi, ma nel peggiore dei casi a infezioni, avvelenamento del sangue e insufficienza multiorgano.

Conclusione

Quando si consumano prodotti dietetici con edulcoranti come Diet Cola e bevande simili, è necessario tenere conto dei possibili danni a lungo termine e degli effetti collaterali. Poiché le alternative edulcoranti senza calorie non sono state ancora sufficientemente studiate, ma gli studi attuali mostrano chiaramente gli effetti dannosi di un consumo regolare, è importante prestare attenzione.

Se vuoi seguire una dieta il più sana possibile, dovresti usare prodotti biologici di alta qualità per dolcificare gli alimenti e utilizzare alternative il più naturali possibile. Al posto del convenzionale zucchero da tavola, miele o dolcificanti, frutta secca, datteri o anche banane mature e polpa di mela possono essere usati per addolcire i piatti. Quando si tratta di bevande, frutta fresca o succo di limone possono fornire varietà nell’acqua.

nascondere le fonti

fonte

Shil A, Chichger H. I dolcificanti artificiali regolano negativamente le caratteristiche patogene di due batteri intestinali modello, E. coli ed E. faecalis. Giornale internazionale di scienze molecolari. 2021; 22(10):5228. https://doi.org/10.3390/ijms22105228

Leave a Reply

Your email address will not be published.