Come si forma il clima afoso? – Conoscenza FIT FOR FUN

Soprattutto quando si tratta di uno sforzo fisico come lo sport, è estremamente faticoso allenarsi con tempo umido. Ma anche senza esercizio, alcune persone difficilmente sopportano l’umidità nell’aria. Il termine afoso non è una misura nel vero senso della parola. L’umidità è una situazione meteorologica che si verifica quando aria calda e umida si incontrano. Esistono diversi termini di umidità per definire:

il umidità relativa descrive la relazione tra l’umidità assoluta e la massima possibile.

il umidità assoluta descrive quanta umidità contiene effettivamente l’aria.

In questo modo viene determinato il grado di umidità

La temperatura e il punto di rugiada determinano il grado di umidità. Il punto di rugiada si verifica quando la temperatura è aumentata così tanto che l’umidità nell’aria inizia a condensare. In questo momento, l’umidità relativa è del 100 percento. Il limite quando l’aria è completamente satura di vapore acqueo è chiamato temperatura del punto di rugiada.

Se il punto di rugiada è maggiore di 16 gradi, i meteorologi parlano di tempo afoso.

Quindi, quando una certa temperatura e umidità relativa si combinano, crea afoso, che chiamiamo tempo afoso.

Il clima afoso e i suoi effetti sull’uomo

Se la temperatura ambiente si riscalda, il corpo inizia a sudare a partire da un certo grado di calore. Il sudore fuoriesce dai pori della pelle e si raffredda. Questo processo è chiamato condensazione. L’effetto è lo stesso di un condizionatore.

Tuttavia, se l’aria nell’ambiente è troppo umida, non può verificarsi condensa, cioè raffreddamento. Ciò significa che il sudore che fuoriesce rimane sulla pelle, facendoci sudare ancora di più. Se anche non c’è brezza, troviamo questa situazione meteorologica particolarmente opprimente. In questo caso, può insorgere rapidamente un pericoloso surriscaldamento.

Puoi riconoscere un corpo surriscaldato dal fatto che hai le vertigini e soffri di problemi circolatori. La peggiore forma di surriscaldamento è il cosiddetto colpo di calore. Ciò include anche il collasso circolatorio. Il rischio di subire un infarto aumenta.

Pertanto, quando il clima è umido, dovresti evitare tutte le attività che ti affaticano e con le quali non ti senti a tuo agio. Trova luoghi freschi e ombreggiati e bevi più del solito. L’acqua minerale è ideale per riassorbire gli oligoelementi che sono stati sudati.

La temperatura della bevanda dovrebbe essere da temperatura ambiente a tiepida. Se fa troppo freddo, ti rinfresca all’inizio, ma si vendica il momento successivo. Lo stomaco riscalda la bevanda fredda e rilascia un segnale che il corpo dovrebbe essere ulteriormente riscaldato. Quindi piuttosto controproducente nella situazione.

Leave a Reply

Your email address will not be published.