Crema solare nel test 2022: le raccomandazioni della Stiftung Warentest

Non importa in quale periodo dell’anno: la tua pelle ha sempre bisogno di un’adeguata protezione dai raggi UV. Ma ci sono differenze di qualità significative tra i singoli prodotti per la protezione solare. I prodotti di marca costosi, tra tutte le cose, spesso vanno significativamente peggio dei prodotti scontati. In questo articolo scoprirai quale crema solare è la migliore secondo Stiftung Warentest, cosa devi considerare al momento dell’acquisto e quali prodotti sono particolarmente adatti ai bambini.

Il dealer può pagare una commissione per i link in questa pagina, ad esempio per i link contrassegnati da o sottolineati in verde. Ulteriori informazioni.

Protezione solare nel test: queste sono le raccomandazioni della Stiftung Warentest

Le migliori creme solari della Stiftung Warentest

  • Fonte: dm

    Vincitore del test: dm Sundance latte solare SPF 30

    Il Sundance Sun Milk di dm si è assicurato il primo posto nella classifica Stiftung Warentest. In quasi tutte le sottoclassi, la crema solare con un fattore di protezione solare di 30 ha ricevuto la valutazione “molto buono”. Stiftung Warentest ha assegnato il voto “buono” solo nella categoria etichettatura e imballaggio. La crema solare non contiene fragranze critiche e mantiene la protezione UV come promesso.

  • Fonte: Mueller

    Consiglio sui prezzi: latte solare Müller Lavozon SPF 30

    Il vincitore del test e l’alternativa quest’anno sono alla pari in termini di prezzo. Se hai un portafoglio piccolo, hai una scelta e non devi fare a meno della protezione solare – e vai in giro con le ustioni per tutta l’estate. La farmacia Müller offre in vendita una variante economica della protezione solare: il consiglio sul prezzo è il latte solare Müller Lavozon SPF 30. Il prezzo non va a scapito della qualità, perché i tester sono rimasti colpiti dagli ingredienti e dall’applicazione e protezione dai raggi UV.

  • Fonte: dm

    Forte alternativa: dm Sundance Sensitive Sun Balm

    Per le pelli particolarmente sensibili è disponibile anche una crema solare extra-sensibile. Tra le creme testate, una spicca in particolare: anche il sensibile latte solare di dm ha ottenuto un punteggio “molto bene”. Non ci sono ingredienti discutibili nella crema e la comprovata protezione solare è effettivamente offerta.

I migliori filtri solari per bambini alla Stiftung Warentest

  • Fonte: Lidl/Cien Sun

    Crema solare per bambini: vincitore del test – Lidl Cien Sun Crema solare per bambini SPF 50+

    Nella classifica delle migliori creme solari per bambini della Stiftung Warentest, la crema solare Lidl Cien Sun Kids ha ottenuto un punteggio “molto buono” (1,4). La stessa valutazione può anche garantire la forte alternativa di Müller. L’unica differenza tra i vincitori del test è il prezzo. La crema solare per bambini Lidl costa circa 20 centesimi in meno. La crema solare Sun Kids mantiene la protezione solare promessa con un fattore di protezione solare di 50+ e inoltre non contiene alcun profumo.

    circa 2,5 euro

    Vedi a Lidl

  • Fonte: Müller/Lavozon

    Crema solare per bambini: una valida alternativa – Müller Lavozon Kids Med latte solare SPF 50+

    Il secondo vincitore del test delle creme solari per bambini è del marchio di proprietà di Müller Lavozon. Nella sottocategoria “Rispetto della protezione dichiarata”, il latte solare Kids Med, come la crema Lidl, ha ottenuto il voto “molto buono” (1,0). Se usato correttamente, il latte solare con fattore di protezione solare 50+ fornisce una protezione affidabile senza ingredienti discutibili.

  • Fonte: Aldi/Ombra

    Crema solare per bambini da spruzzare: Aldi Ombra Sonnenspray Easy Protect Kids SPF 30

    Con un punteggio del test di 1,5, lo spray solare di Aldi si è piazzato proprio dietro ai vincitori del test. Anche qui c’è poco da criticare per il laboratorio e il tester. Qui si può notare solo l’uso di fragranze. Lo spray Aldi può anche segnare punti per la protezione dichiarata e garantisce il punteggio “molto buono” (1,0).

    circa 3 euro

    Vedi ad Aldi

Ecco quanto devi spendere per una buona crema solare

Una buona crema solare è disponibile a partire da due euro. Ciò dimostra ancora una volta che i prodotti di marca costosi non sono necessariamente migliori dei prodotti scontati a buon mercato. O in altre parole: il prezzo non rivela nulla sulla qualità. In generale, la fascia di prezzo delle creme solari è molto ampia. Oltre ai prodotti di punta per due euro a buon mercato, puoi anche acquistare creme solari di fascia alta da Chanel per oltre 50 euro. Curiosità: per oltre 200 euro puoi ottenere la crema solare più costosa sul mercato del marchio Sisley.

Cos’è la crema solare e come funziona?

Le creme solari sono studiate per proteggere la pelle dai pericolosi raggi solari. Le creme contengono filtri UV prodotti chimicamente o minerali. I filtri UV chimici sono costituiti da molecole organiche che assorbono i raggi solari e li emettono nuovamente sotto forma di calore. I filtri minerali, invece, hanno pigmenti bianchi riflettenti come l’ossido di zinco, che permettono ai raggi solari di rimbalzare sulla pelle. Poiché le creme solari spesso “sbiancano” con filtri UV minerali, i produttori utilizzano spesso entrambi i tipi di filtri nei loro prodotti.

Quali tipi di creme solari esistono?

Sebbene esistano diverse forme di protezione solare, le opzioni di protezione sono limitate ai filtri appena citati. Per questo motivo le creme solari si distinguono solo per la loro forma di dosaggio:

– Crema solare

– Crema solare

– spray solare

Inoltre, i prodotti sono differenziati per mezzo dei fattori di protezione solare (SPF). Con questo puoi vedere quanto bene il latte protegge dal sole: maggiore è il fattore di protezione solare dichiarato, minore è la radiazione incidente sulla pelle. Con le creme solari con SPF 15, quasi il sette percento dei raggi solari raggiunge la pelle. Con SPF 30, ce ne sono solo la metà. Il fattore di protezione solare più alto in Germania è 50+, poiché non è possibile garantire una protezione al cento per cento. Anche con un SPF 60 dichiarato, fino al due percento dei raggi solari penetrano ancora nella pelle.

La protezione solare protegge la pelle – il naso in particolare è una zona sensibile.

Getty Images / Aleksandar Nakic

A cosa devi prestare attenzione quando acquisti una crema solare?

Quale crema solare è la migliore per te dipende dal tuo tipo di pelle, per quanto tempo vuoi stare al sole e quale forma di dosaggio preferisci.

  • Se hai la pelle secca e sensibile e sei incline alle allergie, dovresti usare una crema solare idratante e sensibile senza aromi artificiali e additivi.

  • Se ami prendere il sole sulla spiaggia sabbiosa, gli spray solari sono particolarmente utili. Con questi, la protezione solare può essere applicata facilmente anche con le mani bagnate, salate o sabbiose. Per ottenere la migliore protezione, è necessario seguire le istruzioni per l’uso con questi prodotti. Spesso devi spruzzare due o tre volte per una protezione completa.

  • Neonati e bambini dovrebbero sempre utilizzare un fattore di protezione solare 50+ e creme solari adatte a chi soffre di allergie.

Come si usa correttamente la crema solare?

Affinché la crema solare protegga la pelle in modo ottimale, è importante utilizzarla correttamente. L’errata applicazione della crema o l’applicazione di risparmio sono responsabili del fatto che il fattore di protezione solare designato non viene raggiunto e non si è adeguatamente protetti. Pertanto, dovresti considerare i seguenti punti di applicazione prima del prossimo bagno di sole:

  • Applicare generosamente la crema su tutte le parti del corpo esposte al sole. Le orecchie, la separazione della testa o le labbra sono troppo spesso trascurate. Le scottature si formano spesso sulle labbra, poiché sono le cosiddette “terrazze solari”. In queste parti del corpo, l’angolo di incidenza del sole è quasi verticale. Inoltre, le labbra hanno solo uno strato protettivo molto sottile della pelle e nessun sudore o ghiandole sebacee che impediscono loro di seccarsi. Inoltre, le labbra non producono la melanina della pelle e quindi non diventano marroni.

  • Non applicare la crema solare con troppa parsimonia. Per applicare la lozione in modo ottimale su tutto il corpo, è necessaria una quantità che corrisponda alle dimensioni di una pallina da golf. Dovresti anche applicare la crema in una pellicola sottile e non massaggiarla sulla pelle. Con entrambi i punti, la quantità insufficiente e lo sfregamento sulla pelle, la funzione protettiva diminuisce e il fattore di protezione solare non viene mantenuto.

  • Anche se indossi una camicetta o una camicia a maniche lunghe, dovresti comunque mettere la crema solare sulle braccia. Così sei protetto in modo ottimale, anche nel caso in cui ti scaldi troppo e ti rimbocchi le maniche.

  • Acquista solo crema solare impermeabile. Non è solo il contatto diretto con l’acqua a compromettere la protezione solare, ma anche la semplice sudorazione può ridurre il fattore di protezione.

  • Inoltre, non dovresti fare completamente affidamento sull’impronta “impermeabile”. Anche le creme solari impermeabili perdono parte della loro protezione durante il bagno e poi asciugandosi. Pertanto, la crema deve essere sempre applicata dopo il bagno.

  • Applicare la protezione solare una volta al giorno prima di esporsi al sole per la prima volta non è sufficiente. Anche se sei semplicemente seduto in un bar o stai andando a fare una passeggiata, dovresti applicare una nuova crema ogni due ore circa.

  • Le creme solari con filtri UV chimici sviluppano la loro protezione completa solo dopo circa 30 minuti. Tienilo a mente la prossima volta e applica la crema in tempo utile prima di uscire.

Leave a Reply

Your email address will not be published.