Creme deodoranti per lo sport e la vita di tutti i giorni: dovresti prestare attenzione a questi ingredienti nel deodorante

Deodorante in barattolo: i produttori di creme deodoranti promettono che i loro prodotti sono particolarmente economici e quindi risparmiano sui rifiuti di imballaggio.

La rivista “Öko-Test” ha testato 30 creme deodoranti per gli ingredienti nocivi. Non c’era quasi una via di mezzo: due terzi dei prodotti hanno ottenuto un punteggio “buono” o “molto buono”, mentre sette creme deodoranti sono state giudicate “insoddisfacenti” (edizione 6/2022).

La spiegazione di ciò risiede nei diversi principi attivi nelle creme deodoranti. Durante lo shopping, secondo i tester, vale la pena dare una seconda occhiata alla lattina di deodorante.

Questi ingredienti non hanno posto nelle creme deodoranti

I tester hanno dato buoni voti ai prodotti con bicarbonato di sodio, che si trova sulla confezione come “bicarbonato di sodio”. Il bicarbonato di sodio reagisce con i prodotti di degradazione dei batteri del sudore prevenendo così gli odori sgradevoli. Tutti i prodotti cosmetici naturali nel test erano a base di bicarbonato di sodio.

D’altra parte, le creme deodoranti a base di sali di alluminio hanno ricevuto brutti voti. Questi riducono la sudorazione restringendo le ghiandole sudoripare e sono quindi antitraspiranti. L’alluminio è considerato neurotossico e può accumularsi nel cervello, nelle ossa e in altri organi. “Öko-Test” dice: L’alluminio nel deodorante è superfluo.

Tuttavia, i sali di alluminio non sono gli unici responsabili dei cattivi voti: gli eco-tester hanno trovato in essi altre sostanze problematiche come la formaldeide o gli oli di silicone, alcune delle quali si decompongono solo lentamente nell’ambiente.

Leave a Reply

Your email address will not be published.