indebolitore osseo? Ecco perché non dovresti mangiare rabarbaro tutti i giorni

Il rabarbaro è delizioso. Ma le verdure dal rosso al verde non sono un pasto quotidiano. Perché l’acido ossalico che contiene è considerato un ladro di calcio. Lo sottolinea la Camera dell’agricoltura della Renania settentrionale-Vestfalia.

Il ladro è più un preventore. Perché non importa quanto cibo ricco di calcio si mangia: l’acido ossalico del rabarbaro si combina con il calcio per formare l’ossalato di calcio scarsamente solubile, che viene escreto principalmente dall’organismo inutilizzato.

Rabarbaro: più verde, più acido

Per inciso, il colore del gambo fornisce informazioni sull’intensità dell’acidità: il rabarbaro con peduncolo verde e polpa verde è particolarmente acido e, secondo la Camera dell’Agricoltura, è adatto per confetture e composte. I gambi a gambo rosso con polpa verde hanno un sapore leggermente aspro e meno aspro. Sono adatti per piatti salati e ripieni di torte.

Se il rabarbaro è a gambo rosso con polpa rossa, contiene anche un leggero aroma di lampone ed è particolarmente delicato. L’uso ideale è in graniglie o macedonie. I bastoncini particolarmente teneri hanno steli rosso chiaro con polpa rosa e un sapore leggermente aspro. Per contrastare l’acidità, amano aggiungere molto zucchero. Ma dovresti farlo solo dopo la cottura: in questo modo hai bisogno di meno zucchero, secondo la punta della camera.

Leave a Reply

Your email address will not be published.