La protezione dai raggi UV è già così importante per la tua pelle

L’aria piacevolmente calda e il sole ti attirano fuori sul balcone o per una passeggiata nel parco. Alla fine di marzo/inizio aprile, pochissime persone pensano alla crema solare oa un cappello.

La radiazione ultravioletta del sole può essere molto intensa e spesso viene sottovalutata, avverte Gerd Nettekoven del German Cancer Aid.

Dopo l’inverno, il desiderio di calore e luce è particolarmente grande, spiega il presidente della fondazione, che ha sede a Bonn.

Allo stesso tempo, la pelle è ancora molto sensibile ai raggi UV potenzialmente cancerogeni per la pelle.

Il suo consiglio: abituate piano piano la vostra pelle alla stagione più soleggiata ed evitate a tutti i costi le scottature.

Proteggi la pelle dai raggi UV

L’Ufficio federale per la radioprotezione (BfS) prevede già valori dell’indice UV in ampie zone del Paese in cui è consigliabile proteggere la pelle e dove è già opportuno evitare il sole cocente di mezzogiorno.

Si applica anche quanto segue: coprirsi la testa, indossare occhiali da sole e strofinare la crema solare sulla pelle scoperta.

L’indice UV è uno strumento importante per stimare correttamente l’intensità del sole, spiega Nettekoven. Le previsioni attuali e le conseguenti raccomandazioni di comportamento sono disponibili sul sito web dell’autorità.

Danni al genoma delle cellule della pelle

Cosa rende le radiazioni UV così insidiose: non puoi sentirle. “Se la pelle reagisce – cioè arrossisce, prude o fa male – questo è già un segno di una dose di radiazioni UV troppo elevata”, afferma l’esperto.

I raggi UV danneggiano molto rapidamente la composizione genetica delle cellule della pelle. “In linea di principio, il corpo può riparare il danno genetico che si è verificato nelle cellule o rifiutare le cellule danneggiate”, afferma Nettekoven.

Tuttavia, se la pelle viene esposta a radiazioni UV non protette per troppo tempo o troppo spesso, il danno al materiale genetico potrebbe persistere. Decenni dopo, questo potrebbe causare il cancro della pelle.

Leave a Reply

Your email address will not be published.