Niente più alitosi: controlla l’alitosi e cosa aiuta davvero

Ognuno di noi ha familiarità con l’alitosi, perché ce l’hai tu stesso o lo noti negli altri. Non noti l’alitosi in te stesso, lo noti quando hai spaventato praticamente tutti con il cattivo odore.

Ti spiegheremo l’alitosi e ti mostreremo come sbarazzartene.

Verità o mito – Fatti sull’alitosi

Molte persone sono convinte di poter eliminare l’alitosi con un collutorio o un risciacquo speciale. Non corretto!

Il profumo fresco maschera il problema solo per poco tempo, ma non sostituisce una pulizia accurata. La maggior parte degli odori ha origine negli spazi tra i denti, ed è qui che molte persone non lo prendono troppo sul serio. Lo spazzolino ci arriva solo parzialmente: che tu preferisca spazzolini interdentali, filo interdentale o bastoncini di legno, non dovresti fare la pulizia quotidiana tra i denti solo per il bene del tuo dentista.

  • Riesci a sentire l’odore del tuo alito cattivo?

Sfortunatamente no, non importa quanto coscienziosamente respiri sul palmo della tua mano a coppa per controllarlo.

Nella stragrande maggioranza dei casi, non ti accorgi nemmeno se il tuo alito cattivo va bene o meno. Come con un profumo che usi da anni, ti abitui così tanto ai tuoi stessi odori corporei che di solito non riesci a notarli.

Ma come fai a scoprirlo? Chiedi a qualcuno di cui ti fidi davvero. Se non puoi chiedere a nessuno in questo momento, leccati l’interno del polso e annusa il punto dopo 10 secondi, questo ti darà un indizio.

  • Alcuni cibi e bevande causano l’alitosi?

Se sei in ottima salute, il tuo corpo dovrebbe essere in grado di neutralizzare molti sapori e pulire la bocca con la saliva.

Tuttavia, il caffè, ad esempio, è un alimento che senti l’odore più a lungo con l’alito. Quindi, se vuoi essere al sicuro con il tuo caffè per andare al lavoro, bevilo con una cannuccia.

Sembra strano, ma aiuta l’odore del caffè a dissiparsi più velocemente. Se il tuo alito cattivo è dovuto esclusivamente a cibi e bevande, ma i tuoi denti stanno bene, le gomme da masticare senza zucchero e il collutorio analcolico ti aiuteranno a rinfrescare rapidamente l’alito.

  • Lavarsi i denti prima o dopo colazione?

Molti pensano che lavarsi accuratamente i denti dopo la colazione sia ottimale per l’igiene dentale. È rischioso, però, perché le nostre colazioni sono spesso acide, soprattutto se ti piacciono la GU appena spremuta o i frullati alla frutta.

I cibi acidi ammorbidiscono temporaneamente lo smalto dei denti, permettendoti di danneggiarlo mentre ti lavi i denti. Pertanto, lava i denti subito dopo esserti alzato, prima di colazione.

Se volete, potete poi rinfrescarli con un colluttorio veloce dopo colazione. La sera, è meglio spazzolarli circa un’ora dopo cena.

  • Alito cattivo dallo stomaco?

Solo in rari casi si sviluppa l’alitosi perché qualcosa non va con lo stomaco, ad esempio se si soffre di reflusso.

A meno che i denti stessi non siano i colpevoli, è più probabile che i cattivi odori provengano da un naso che cola, che provoca un riflusso in gola e provoca l’alitosi. Malattie gengivali e infiammazioni sono un’altra e particolarmente comune causa di cattivi odori. Se vedi tracce di sangue nella schiuma del dentifricio mentre ti lavi i denti, c’è qualcosa che non va nelle gengive. Se ciò non migliora, dovresti consultare il tuo dentista.

5 strategie contro l’alitosi

1. Bevi molta acqua

L’acqua potabile è il miglior rimedio per il cattivo odore. Una bocca secca peggiora l’alitosi. Perché?

Se viene prodotta troppa poca saliva, i residui di cibo in bocca non vengono lavati via a sufficienza e, di conseguenza, si diffondono batteri nocivi, che a loro volta rendono l’alito cattivo. Bere molti liquidi (soprattutto prima e dopo i pasti) può prevenirlo. Per inciso, puoi aggiungere un po’ di limone all’acqua per rinfrescare l’alito.

2. Usa le erbe

Non per niente le gomme da masticare sono spesso aromatizzate alla menta: le erbe sono particolarmente efficaci nella lotta contro l’alitosi. Al posto della gomma da masticare, puoi anche usare menta piperita, prezzemolo, salvia e simili.

Le erbe fresche vanno masticate per dieci minuti – et voilà! Il respiro è salvato. Il motivo esatto per cui questo aiuta non è certo, ma si sospetta che la clorofilla nelle erbe elimini gli odori sgradevoli.

3. Tè nero

Gli scienziati dell’Università dell’Illinois College of Dentistry di Chicago sono certi che il tè nero possa eliminare efficacemente l’alitosi. La popolare bevanda calda è ricca di polifenoli e sostanze vegetali secondarie che riducono la crescita batterica in bocca. L’alito disgustoso non ha quasi possibilità!

4. Una corretta igiene

Lavarsi i denti due volte al giorno è d’obbligo se non vuoi vergognarti del tuo respiro. Tuttavia, una cura dentale ottimale include anche altri prodotti per la cura:

Ad esempio, dovresti sempre avere del filo interdentale nella borsetta, in modo da poter pulire gli spazi tra i denti dopo ogni pasto. Se troppi batteri si accumulano lì, l’alitosi ha vita facile.

Lo stesso vale per la tua lingua. Affinché i depositi non causino odori sgradevoli, è consigliabile eliminarli con uno spazzolino da denti o uno speciale pulisci lingua.

5. Alimentazione sana

Non solo un’accurata cura dentale è importante per sbarazzarsi del problema dell’alitosi, ma ciò che mangi ha anche un effetto duraturo sull’alito.

Una cattiva alimentazione (es. troppo zucchero, alcol o caffè) sconvolge rapidamente l’equilibrio del cavo orale e i batteri che causano l’alitosi prendono il sopravvento. Se mangi molta frutta e verdura, fornisci al tuo corpo i nutrienti necessari che hanno un effetto positivo sulla flora orale.

Si dice che i batteri dell’acido lattico nello yogurt naturale (senza zucchero!) facciano miracoli quando si tratta di alitosi. Le colture batteriche attive aiutano contro le gengiviti e riducono anche il contenuto di idrogeno solforato nel cavo orale, prevenendo così l’alitosi.

Leave a Reply

Your email address will not be published.