Ondata estiva minacciosa: per chi ha senso una quarta vaccinazione corona

Molti non hanno in mano la tessera gialla delle vaccinazioni da molto tempo. Perché: la terza vaccinazione contro il Covid-19 è stata qualche tempo fa per la maggior parte delle persone, spesso più di sei mesi.

Finora, solo il 6% circa dei tedeschi ha ricevuto una quarta vaccinazione, secondo il cruscotto vaccinale del Ministero federale della salute. Domande e risposte sul secondo booster.

A chi è consigliato un secondo colpo di richiamo?

La Commissione permanente per le vaccinazioni (Stiko) raccomanda una seconda vaccinazione di richiamo per quattro gruppi di persone. Ciò include tutte le persone di età superiore ai 70 anni e le persone affette da deficienza immunitaria.

La raccomandazione vale anche per i residenti delle case di cura e per tutti coloro che lavorano in strutture mediche o di cura.

Se la raccomandazione si applica perché la tua salute è a rischio, dovresti fare la quarta vaccinazione non prima di tre mesi dopo la terza. Per il personale medico, secondo Stiko, dovrebbero essere trascorsi almeno sei mesi.

Vale la pena un secondo booster?

Al momento non esiste una risposta chiara a questa domanda: non c’è modo di soppesare la tua situazione personale.

Ma una cosa è chiara: l’immunità al Covid-19 diminuisce nel tempo. “Non esiste una protezione completa o nessuna protezione, ma la protezione è classificata nel mezzo”, afferma l’infettivologo Christoph Spinner.

È medico senior e infettivologo presso l’ospedale universitario sulla riva destra dell’Isar presso l’Università tecnica di Monaco.

Secondo lui, la migliore protezione vaccinale è da uno a tre mesi dopo la terza vaccinazione. Dopodiché, diminuisce, ma non nella stessa misura e velocità in tutti.

“Negli anziani, la protezione diminuisce più rapidamente perché il loro sistema immunitario non può più essere addestrato bene dalla vaccinazione come quello dei più giovani”, spiega Spinner, che ricerca anche i vaccini corona.

Secondo l’infettivologo, i malati cronici e gli immunocompromessi generalmente rispondono meno bene alla vaccinazione e perdono anche la protezione più rapidamente. Per loro, una quarta o addirittura una quinta vaccinazione ha più senso.

Secondo il Prof. Tobias Welte della Scuola di Medicina di Hannover, il comportamento della protezione vaccinale nel tempo può dipendere anche dal sesso: in media, diminuisce più velocemente negli uomini che nelle donne.

Il direttore della clinica di pneumologia consiglia di non guardare a una quarta vaccinazione con false aspettative. “La vaccinazione protegge ancora da malattie gravi in ​​modo molto, molto affidabile”, afferma Welte.

Ma le varianti di omicron attualmente in circolazione sono facilmente trasferibili, secondo Welte. È meglio non aspettarsi che il secondo booster eviti completamente una tale infezione.

Posso sapere quanto è valida la mia protezione vaccinale in questo momento?

No “Non è possibile misurare i livelli di anticorpi su tutta la linea per prendere una decisione su un’altra vaccinazione”, afferma Tobias Welte.

Alla fine, la decisione individuale dipende anche dal rischio di infezione che hai a causa del tuo stile di vita e da quanto contatto hai con le persone vulnerabili nella vita di tutti i giorni.

“Se l’ultima vaccinazione è stata sei mesi fa e qualcuno ora vuole andare a festival o grandi eventi in estate, è probabilmente consigliabile un’altra vaccinazione”, afferma Christoph Spinner.

“Chiunque lavori da casa e abbia pochi contatti al di fuori della famiglia e degli amici può sicuramente aspettare ancora un po'”.

Tempi delle parole chiave: questo può anche svolgere un ruolo nel processo decisionale individuale. “Se solo otteniamo un forte aumento del numero di casi in autunno, coloro che ora sono vaccinati non avranno più la migliore protezione”, afferma Welte.

Può essere uno svantaggio aumentare di nuovo?

“Una seconda vaccinazione di richiamo non è affatto un errore se la prima è avvenuta almeno tre mesi fa”, afferma Christoph Spinner.

Tuttavia, l’entità del beneficio dipende principalmente dall’appartenenza a un gruppo a rischio e da quanto tempo è stata l’ultima vaccinazione.

Tuttavia, se la terza e la quarta vaccinazione si susseguono troppo rapidamente, ciò è di scarsa utilità. “Il sistema immunitario non può reagire a questo a causa delle sue capacità limitate. Se continui a stimolarlo, non ci saranno ulteriori reazioni”, spiega Tobias Welte.

Consiglia di mantenere un intervallo di sei mesi tra la terza e la quarta vaccinazione.

Secondo richiamo nonostante l’infezione da omicron?

“Allora la malattia è anche una sorta di richiamo”, afferma Welte. Tuttavia, non è chiaro per quanto tempo proteggano gli anticorpi formati in questo modo.

Dal suo punto di vista, in questo caso si può aspettare più di sei mesi con la quarta vaccinazione. Ma lo stesso vale qui: mancano dati per formulare raccomandazioni tangibili.

nascondere le fonti

autore

Agenzia di stampa tedesca (Dpa)

Fonti

Robert Koch Institute (2022): Epidemiological Bulletin, recuperato il 17 giugno 2022: https://www.rki.de/DE/Content/Infekt/EpidBull/Archiv/2022/Quellen/07_22.pdf?__blob=publicationFile

Ministero Federale della Salute (2022): Quali sono i progressi della vaccinazione COVID⁠-⁠19⁠-⁠? Stato vaccinale attuale, recuperato il 17/06/2022: https://impfdashboard.de/

Leave a Reply

Your email address will not be published.