Perché non sto perdendo peso? Un esperto ci dice quale potrebbe essere il motivo

Il problema con la maggior parte delle diete

Per evitare di cadere nelle trappole della dieta, spieghiamo cosa funziona a lungo termine, come la tua dieta non è destinata al fallimento e come puoi mantenere il tuo peso in seguito. La perdita di peso a breve termine non è un problema per la maggior parte. Tuttavia, circa il 90-95% non riesce a mantenere il peso desiderato.

Se aumenti di peso dopo una dieta, la ragione può essere una relazione disturbata o non ottimale con il cibo, che si è sviluppata durante la perdita di peso. È quindi importante non solo avere una dieta sensata ed equilibrata, ma anche includere le componenti psicologiche affinché avvenga un cambiamento di mentalità e abitudini.

Come funziona effettivamente la perdita di peso?

Infatti, per perdere peso, devi bruciare più calorie di quelle che assumi. Questa condizione è anche chiamata deficit calorico. Quindi devi sapere quanto sono elevati i tuoi requisiti energetici e il tuo consumo di energia. Tuttavia, un deficit calorico deve essere mantenuto per un periodo di tempo significativo, cioè diversi mesi, fino al raggiungimento del peso target.

Sfortunatamente, sembra più facile di quello che è. L’evoluzione ha assicurato che quando si ha un deficit calorico, l’ormone della sazietà, la leptina, diminuisce. Di conseguenza, ti senti più affamato, il tuo metabolismo rallenta e inconsciamente ti muovi meno.

Qui puoi determinare facilmente il tuo fabbisogno energetico personale e il consumo di energia:

Della tua età

Il tuo peso

La tua taglia

Attiva Javascript per utilizzare la mini calcolatrice

Lo scenario opposto non ha un meccanismo così sofisticato. Se c’è un eccesso di calorie, l’ormone della fame (grelina) verrà rilasciato leggermente meno e potrebbe esserci un’attività inconscia minima. Tuttavia, questo meccanismo non è così forte come in un deficit calorico.

In sintesi, questo significa che i nostri corpi sono più resistenti a perdere peso che ad aumentare di peso.

Quindi, come funziona effettivamente perdere peso? Vanessa Klein lo ha riassunto in una frase: “Mantieni un deficit calorico per un periodo di tempo più lungo mangiando meno calorie e/o utilizzando più calorie attraverso una maggiore attività”.

Questa è Vanessa Klein: Lei è un talento a tutto tondo. In qualità di coach nutrizionale, personal trainer, psicologa aziendale e potenziale terapeuta per la psico-neuroimmunologia clinica, offre ai suoi follower argomenti interessanti relativi a salute, alimentazione e fitness nel suo blog e su Instagram. Il suo obiettivo è principalmente vivere una vita sana e sentirsi bene senza doversi arrendere costantemente.

Puoi scoprire di più su di lei e sui suoi contributi qui:

Blog: https://www.vanessaklein-coaching.com/

Instagram: https://www.instagram.com/vanessaklein.coaching

teoria e pratica

In teoria, non sembra così difficile. In pratica è un po’ più complicato. Quali cibi e quanto devo mangiare? Quale sport sarebbe efficace? E quale dieta è effettivamente quella giusta? Ti trovi di fronte a una montagna di opzioni e potenziali diete tra cui scegliere. È importante continuare a ricordare a te stesso che il deficit calorico della tua dieta è fondamentale.

Ricorda quanto segue: Il motivo per cui le diete funzionano, è sempre il deficit calorico. Quale selezione alimentare abbia causato questo deficit è completamente irrilevante all’inizio. Non ci sono alimenti calorici negativi (proprietà brucia grassi) o alimenti che accelereranno la tua perdita di grasso.

Un altro fattore importante è che la tua dieta duri per un periodo di tempo più lungo. Spesso fallisce a causa di un cambiamento estremo nella selezione degli alimenti, della mancanza di idoneità sociale e di piani nutrizionali rigorosi perché troppo estenuante e non fattibile.

Oltre al deficit calorico, è importante la fattibilità e l’integrazione dell’alimentazione nella vita quotidiana e sociale. Quindi quali errori dovresti evitare nella tua dieta?

Ecco perché le tue diete potrebbero aver fallito

Una dieta può anche avere successo? La risposta è sì, può. Sebbene tu sia soggetto ai tuoi ormoni e al metabolismo, è comunque possibile perdere peso con successo. Con aggiustamenti intelligenti e scelte alimentari sagge, puoi rendere la tua dieta il più confortevole possibile.

Una dieta su misura per le tue esigenze e voglie è una dieta flessibile.

4 trappole dietetiche da evitare assolutamente

1. Aspettative troppo alte

Quando si tratta di dieta, è facile cadere nel pensiero in bianco e nero o in un atteggiamento tutto o niente. Il più piccolo errore, tuttavia, ti assicura di etichettarti come un “fallimento”. Pertanto, cerca di tenere a mente che non si tratta di stabilire una dieta perfetta o di eseguire un piano di allenamento al 100%.

Ad esempio, è consigliabile un principio 80/20. L’80% delle volte ti attieni alle tue specifiche e alla tua pianificazione e il restante 20% sei flessibile nelle tue scelte alimentari. In questo modo non solo durate più a lungo, ma concedete anche a voi stessi e al vostro corpo pause importanti.

2. Interpretazione a breve termine

Quando perdi peso, vuoi vedere risultati rapidi ed efficienti. Tuttavia, una dieta a breve termine renderà la dieta più scomoda perché devi rinunciare a più cibo. Il risultato è svogliatezza e abbuffate al termine della dieta.

L’ormone leptina, che segnala che sei pieno, è diminuito drasticamente durante la rapida perdita di peso, in modo da provare voglie estreme e comportamenti alimentari incontrollati.

La buona notizia è che esiste una soluzione semplice a questo problema. Pianifica sempre la tua dieta a lungo termine.
Una lenta perdita di peso di circa 0,3 – 0,8 grammi (in media) a settimana non è solo più salutare, ma anche più sostenibile.

Con la tua dieta pianificata a lungo termine, stabilirai anche abitudini più salde di cambiare la tua dieta, che ti aiuteranno a mantenere il peso in seguito senza sentirti come se ti stessi arrendendo.

Cibo nutriente

AlexRaths/gettyimages

In generale, dovrebbero manifestarsi cambiamenti dietetici e comportamentali sostenibili che possono essere implementati per tutta la vita e aiutarti a mantenere il tuo peso (sano).

Le scelte alimentari dopo la dieta dovrebbero essere le stesse durante la dieta. Ma assicurati di aver bisogno di una quantità maggiore per mantenere il tuo peso e non perdere peso ulteriormente.

3. Non sopporto la tua fame

Durante la tua dieta, prima o poi arriverà il momento in cui ti sentirai affamato. A causa del basso apporto calorico, questo è del tutto normale. Non esiste una panacea per questo, ma con alcuni suggerimenti e trucchi puoi tenere sotto controllo la tua fame.

Prima di tutto, è importante che tu non ti proibisca nulla di per sé. È risaputo che vogliamo sempre ciò che “non ci è permesso” o che non possiamo avere. La sensazione di fame non è perché la tua forza di volontà è troppo debole, ma perché il nostro corpo ha un meccanismo protettivo che vuole proteggersi dalla perdita di peso.

Qui puoi diventare regolare fasi reefed o pause dietetiche utilizzare e una scelta generalmente flessibile degli alimenti, tenendo conto della quantità totale di calorie. Puoi scoprire di più sulle fasi Reefed e sulle pause dietetiche qui.

4. Non ricorrere a programmi di dieta di massa

Prepararsi per una dieta richiede tempo. Si ricorre rapidamente a piani nutrizionali da Internet o da riviste per risparmiare questo tempo.

Ma attenzione. Proprio come noi, la nostra routine quotidiana, la nostra storia nutrizionale e le nostre esigenze nutrizionali sono individuali. Per avere successo a lungo termine, dovresti affrontare intensamente il tema dell’alimentazione, del conteggio delle calorie e del tuo consumo calorico. Provando diversi pasti, ricette, cibi e diete, puoi valutare cosa si adatta alla tua vita quotidiana e cosa puoi implementare più facilmente.

Il post è stato creato in collaborazione con Vanessa Klein. Se vuoi saperne di più sulla dieta e sull’argomento della perdita di peso, dai un’occhiata al suo blog.

Leave a Reply

Your email address will not be published.