Saltare in profondità: tienilo a mente quando fai il bagno nella piscina all’aperto

All’inizio della stagione, i topi d’acqua devono essere preparati per una piscina all’aperto senza regole corona. E perché gli operatori vogliono risparmiare energia in molti luoghi: per l’acqua della piscina meno riscaldata. Con questi suggerimenti, puoi comunque fare il bagno in modo rilassato.

1. Non rimanere in acqua troppo a lungo

Fare un tuffo nell’acqua fresca non è una buona idea. Meglio: avventurati passo dopo passo. Per non affaticare il sistema cardiovascolare, il corpo dovrebbe abituarsi lentamente alla temperatura dell’acqua.

Se vuoi evitare l’ipotermia, non dovresti nuotare troppo a lungo. Come regola generale, la temperatura dell’acqua corrisponde ai minuti in cui puoi rimanere in acqua. Lo sottolinea Thomas Huber, presidente del servizio di salvataggio in acqua bavarese. Ma attenzione: il rischio di avere un crampo al polpaccio quando si nuota è più alto in acqua fredda.

A proposito: asciugati subito dopo il bagno per evitare che si raffreddi. Se salti fuori dalla piscina nella doccia, dovresti alzare lentamente la temperatura. Questo protegge il ciclo.

2. Non dimenticare la crema solare

Le superfici dell’acqua riflettono i raggi UV. Pertanto, anche quando il cielo è nuvoloso, il rischio di scottature solari è elevato durante il nuoto, ad esempio sulle spalle o sul naso. Christoph Liebich, dermatologo di Monaco, consiglia di applicare generosamente una protezione solare con un fattore di protezione solare elevato compreso tra 30 e 50. E da riapplicare almeno ogni due ore e dopo il bagno. Questo vale anche per le creme solari impermeabili. Perché la protezione viene cancellata durante l’asciugatura.

Leave a Reply

Your email address will not be published.