Scegli tu stesso l’aglio selvatico? Dovresti assolutamente prestare attenzione a questo

Le tenere foglie di aglio selvatico popolano foreste e giardini da febbraio. A marzo si sono aggiunti i germogli a foglia verde del croco autunnale e ora si vedono le prime punte del mughetto.

A prima vista, le foglie del trio sembrano dannatamente simili. Il nocciolo della questione: mentre l’aglio selvatico è commestibile e un ingrediente ambito nella cucina primaverile, il mughetto e il croco autunnale sono davvero velenosi.

Pertanto, è importante conoscere le differenze tra l’ambita erba primaverile e i suoi apparenti doppi.

“Con l’aglio orsino, prima spuntano le foglie. I germogli fioriti seguono solo dopo sei settimane. Nel caso del mughetto, gli steli escono dalla terra con le foglie”, spiega Stefanie Klein, autrice del libro di cucina “Bärlauch”, edito dalla casa editrice svizzera FONA.

Quando si tratta di aglio selvatico, è l’odore dell’aglio che conta

È tipico dell’aglio selvatico che cresce spesso su vaste aree, a volte diverse centinaia di metri quadrati nella foresta e copre completamente il terreno.

“Ma la cosa più caratteristica è l’odore: solo le foglie di aglio selvatico odorano di aglio”, dice l’esperto di aglio selvatico. Quindi, se pensi di aver trovato delle foglie di aglio selvatico, grattugiane una. Quindi annusa rapidamente se ha ragione o no.

Galleria fotografica: Le migliori ricette con l’aglio orsino

Puoi riconoscere le foglie di aglio selvatico da queste caratteristiche

Klein menziona ulteriori differenze: mentre diverse foglie si arricciano l’una intorno all’altra in autunno croco e mughetto, si può vedere chiaramente un singolo gambo nelle foglie di aglio selvatico.

Inoltre, con le foglie di aglio orsino solo la parte superiore della foglia è lucida, la parte inferiore è opaca. Con i mughetti è esattamente il contrario.

Anche le foglie del croco autunnale sono molto più lunghe, arrivando fino a 40 centimetri. Tuttavia, a loro piace prosperare in luoghi simili all’aglio selvatico.

Un buon consiglio: i suoi fiori rosa chiaro, raramente bianchi, compaiono solo in autunno.

Il veleno del croco autunnale può causare paralisi

Secondo il centro antiveleni di Bonn, il croco autunnale è considerato molto velenoso. I sintomi compaiono dopo circa due o sei ore. Anche il vomito grave e la diarrea massiccia possono portare allo shock.

Sono possibili paralisi e insufficienza cardiovascolare.

nascondere le fonti

autore

Agenzia di stampa tedesca (Dpa)

Fonti

Giftzentrale Bonn (2021): Croco autunnale (Colchicum autumnale), recuperato il 19 aprile 2021: https://gizbonn.de/giftzentrale-bonn/pflanzen/herbstzeitlose-gemeine

Giftzentrale Bonn (2021): Mughetto (Convallaria majalis), recuperato il 19 aprile 2021: https://gizbonn.de/giftzentrale-bonn/pflanzen/maigloeckchen

Leave a Reply

Your email address will not be published.