Semi di lino al posto della chia: alternative rispettose del clima ai supercibi esotici

Il termine “superfoods” si riferisce ad alimenti che contengono un numero particolarmente elevato di ingredienti preziosi come vitamine o minerali.

Sì, molti di questi superfood sono esotici e devono prima essere spediti o trasportati in aereo in Germania o in Europa. Questo vale, ad esempio, per semi di chia, avocado o bacche di goji. Il loro equilibrio climatico è tutto il resto “super”.

Ma ci sono alternative regionali tra i superfood – e non solo per ragioni di sostenibilità.

“Esportando questi supercibi esotici, spesso diventano più costosi a livello locale e non sono disponibili per la popolazione”, afferma Sonja Pannenbecker, consulente alimentare e nutrizionale presso il Brema Consumer Center.

Semi di lino nel budino per la colazione

“Il classico è sostituire i semi di chia con i semi di lino”, afferma Pannenbecker. Secondo l’esperto di nutrizione, contengono anche un po’ più di acidi grassi omega-3 rispetto ai semi di chia.

Il contenuto proteico è anche più alto nei semi di lino a 29 grammi per 100 grammi. I semi di chia contengono 22 grammi di proteine.

Entrambi i semi possono essere utilizzati in modo simile in cucina, ad esempio come ingrediente per il pane o schiacciati nel muesli o nello yogurt.

Un sano budino per la colazione può essere preparato non solo dai semi di chia, ma anche dai semi di lino: macinare i semi, mescolare con il latte e lasciare in ammollo in frigorifero per una notte – fatto.

Tuttavia, non tutti i semi di lino sul mercato provengono da coltivazioni tedesche o almeno europee. Secondo Pannenbecker, determinare l’origine non è così facile.

Perché non deve essere indicato sulla confezione dei semi di lino. Dopotutto: se acquisti un prodotto biologico, puoi scoprire dalla confezione se i semi di lino provengono dall’UE o meno.

Meglio le bacche fresche che secche

Un altro superfood popolare sono le bacche di goji. “Nel frattempo ci sono aree di coltivazione ancora più piccole in Europa e anche in Germania”, afferma Sonja Pannenbecker.

E puoi anche coltivare le bacche rosse nel tuo giardino. Tuttavia, le bacche di goji che puoi acquistare essiccate nei negozi sono solitamente merci importate.

Le bacche regionali come il ribes nero o l’olivello spinoso sono migliori per l’ambiente. Per motivi di salute, è meglio mangiarli freschi che secchi o lavorati. Quindi anche il contenuto di vitamina C è significativamente più alto.

Va anche notato che la frutta secca contiene una quantità relativamente grande di zucchero. Mentre ci sono 22 grammi di zucchero in 100 grammi di bacche di goji essiccate, la stessa quantità di ribes nero fresco ha solo 6 grammi.

Apprezza i superfood esotici

Ma non tutti i superfood possono essere sostituiti così facilmente. Un esempio di questo è l’avocado, che a molti piace schiacciato sul pane.

La noce, coltivata anche in Germania, offre preziosi acidi grassi polinsaturi come l’avocado, ma non vanno spalmati sul panino.

Quindi ecco la soluzione: acquista con moderazione. Se non metti l’avocado nel cestino ogni settimana che vai a fare la spesa, potresti apprezzarlo e divertirti di più.

Leave a Reply

Your email address will not be published.