Soffri di febbre da fieno? Perché dovresti bere gin tonic ora

Se qualcuno ha bisogno di un altro buon motivo per godersi un gin tonic, eccolo qui.

Si dice che il long drink allevia i sintomi della febbre da fieno. Questo rende la primavera e l’estate due volte più divertenti, soprattutto per le persone afflitte da allergie ai pollini.

Febbre da fieno e alcol non vanno d’accordo

Il naso cola, la gola si gratta, gli occhi lacrimano, la testa fa male, le persone allergiche spesso si sentono stanche quando il polline vola, soprattutto in primavera e in estate. Il tempo glorioso si trasforma in agonia.

Gli esperti raccomandano alle persone di evitare l’alcol durante questo periodo perché può peggiorare i sintomi. Chi soffre di allergia ai pollini dovrebbe evitare la birra e il vino rosso in particolare.

Tuttavia, la ragione di ciò non è tanto l’alcol quanto piuttosto le istamine che vengono prodotte durante la produzione della bevanda insieme a lievito e batteri.

Se hai la febbre da fieno, il tuo corpo produce più istamina quando entra in contatto con il polline – questo innesca i sintomi della febbre da fieno. L’ultima cosa di cui le persone allergiche hanno bisogno è più istamina.

Ma una bevanda in particolare sembra essere l’eccezione e raramente causa problemi: il gin tonic.

Perché il gin tonic è l’eccezione?

Uno studio mostra che il 75% delle persone che soffrono di asma o allergie che hanno intervistato ottengono sintomi peggiori dall’alcol. Innanzitutto, le bevande scure e fermentate sono le colpevoli perché sono ricche di istamine e solfiti.

Gli alcolici chiari come gin e vodka hanno meno probabilità di causare questi problemi, hanno scoperto i ricercatori di Asthma UK.

Nella maggior parte dei casi, il gin in particolare è privo di solfiti o povero di solfiti e recentemente più produttori di vodka si sono assicurati di mantenere i livelli di solfiti il ​​più bassi possibile.

Quindi, se non vuoi fare a meno dell’alcol nonostante un’allergia ai pollini, dovresti prendere un gin tonic. Non allevia i sintomi, ma almeno non li peggiora.

D’altra parte, se hai voglia di un bicchiere di vino, dovresti assicurarti che il vino contenga poco o nessun solfito.

In generale, vale ancora il consiglio di bere alcolici con moderazione e responsabilità.

nascondere le fonti

fonte

Vally, H. et al. (2000): Bevande alcoliche: importanti fattori scatenanti per l’asma, recuperato il 12 maggio 2022: https://www.jacionline.org/article/S0091-6749(00)25009-4/fulltext

Leave a Reply

Your email address will not be published.