Soia bomba proteica: il superfood è davvero così salutare

Che sia nella sua forma originale o trasformata in tofu e latte di soia: la soia è diventata parte integrante della cucina vegetariana e vegana. Da anni nei supermercati ci sono sempre più alternative a base di carne e latte a base di soia.

Tanto buono è nella soia

A parte il contenuto proteico, l’elenco dei componenti salutari della soia è lungo: vitamina B, minerali come il magnesio, oligoelementi come il ferro e acidi grassi insaturi, compresi gli acidi grassi omega-3.

Vera bomba proteica: Il fagiolo è noto per il suo alto contenuto proteico. Secondo il Centro federale per la nutrizione, questo è circa il 40 percento nei fagioli secchi. I prodotti a base di soia pronti contengono circa l’11% di proteine.

Per una dieta equilibrata, il legume è un ottimo modo per sostituire le proteine ​​animali così importanti, afferma Stefan Kabisch, medico dello studio presso la Clinica medica di endocrinologia e medicina metabolica della Charité di Berlino.

La soia è davvero così salutare?

Chiunque mangi diverse proteine ​​vegetali può almeno seguire una dieta equilibrata come vegetariano. I vegani dovrebbero però aggiungere la vitamina B12.

Tuttavia, il fagiolo contiene anche sostanze che i nutrizionisti considerano in modo più differenziato. Questo include gli isoflavoni, che sono simili agli estrogeni, l’ormone sessuale femminile.

Per questo motivo si sospetta che abbiano un “effetto di attivazione ormonale”, come afferma il medico Stefan Kabisch. Ciò significa che possono legarsi agli stessi recettori degli estrogeni nel corpo e mettere in moto gli stessi processi degli estrogeni.

istetiana / gettyimages

Quindi la soia non è sana come pensi?

Le persone sane non devono preoccuparsi del consumo normale, afferma Kabisch. A causa della loro forma regolatoria, gli isoflavoni sono “molto probabilmente innocui, forse anche utili”.

Ciò è stato dimostrato anche da studi a lungo termine dall’Asia, dove la soia è presente nel menu da molto più tempo. Per inciso, gli isoflavoni si trovano anche in quantità minori in altri legumi come ceci, lenticchie e fagioli.

La soia ha effetti negativi sulla tiroide?

Eppure si sospetta che la soia influisca sulla tiroide. Secondo i medici Kabisch, gli isoflavoni sono in grado di bloccare un enzima specifico nella ghiandola tiroidea.

Questo enzima è responsabile della costruzione di ormoni attivi da precursori inattivi.

Secondo Kabisch, se questo enzima è inattivato, può svilupparsi ipotiroidismo. Poiché questo effetto è così piccolo e non ancora clinicamente rilevante, vede il normale consumo di soia per le persone sane nessun rischio per la salute.

Inoltre, la quantità di isoflavoni nella soia si riduce di circa un quinto quando viene trasformata in tofu.

Quando evitare la soia

Tuttavia, il legume non è adatto a tutti. Le persone con malattie ormonali come il cancro al seno e i disordini metabolici dovrebbero far controllare la loro dieta da un medico, afferma Nicole Schlaeger, leader del team per un’alimentazione sana e l’educazione nutrizionale presso il centro consumatori nel Nord Reno-Westfalia.

In sostanza, consiglia di non sostituire i latticini e la carne esclusivamente con prodotti a base di soia.

È importante prestare attenzione alla varietà e, talvolta, cercare il latte di avena o di mandorle, idealmente arricchito con calcio.

Anche in altri casi, la maggior parte degli esperti di nutrizione raccomanda cautela quando si tratta di soia. Il latte di soia non è adatto a neonati e bambini piccoli perché contiene meno calcio del latte vaccino e le interazioni con altri ormoni non sono ancora chiare.

Lo stesso vale per le donne in gravidanza e che allattano.

Attenzione alle allergie

D’altra parte, chi soffre di allergie dovrebbe prestare attenzione, il che vale anche per altri legumi. Secondo l’avvocato dei consumatori, le persone allergiche alla betulla, ad esempio, possono anche reagire in modo eccessivo alla soia.

Secondo il medico Kabisch, anche una dieta contenente soia non è adatta per le malattie della gotta a causa della purina che contiene, un precursore metabolico dell’acido urico. Questo vale anche per altri legumi.

Se ancora non vuoi fare a meno della soia, dovresti mangiarla solo con moderazione, secondo le raccomandazioni dei gruppi di tutela dei consumatori.

Poco ricercato come integratore alimentare

Per inciso, la soia non ha solo un ruolo nel cibo. L’effetto ormonale degli isoflavoni è utilizzato anche negli integratori alimentari destinati ad aiutare con i sintomi della menopausa.

Poiché il dosaggio artificiale da 40 a 5000 mg è spesso molte volte superiore rispetto alla forma naturale (in Europa occidentale 1-3 mg), secondo il dottor Stefan Kabisch, potrebbe aumentare anche il rischio di effetti collaterali ormonali.

A suo avviso, le donne in particolare che sono soggette a disturbi della tiroide dovrebbero consultare il proprio medico prima di assumerlo.

Stefan Kabisch sconsiglia l’automedicazione. Inoltre, mancavano ancora dati scientifici affidabili a lungo termine.

Nota il sigillo organico

Secondo il Centro di consulenza per i consumatori della Renania settentrionale-Vestfalia, chiunque voglia prendersi cura non solo del proprio benessere ma anche di quello dell’ambiente dovrebbe prestare attenzione al sigillo biologico. Questo è l’unico modo per controllare le condizioni di crescita.

Diventa più difficile quando si parla del luogo di origine del piccolo legume. Secondo i sostenitori dei consumatori, la soia utilizzata per il cibo proviene principalmente dall’Europa.

Per inciso, la maggior parte della soia non finisce nel piatto, ma viene trasformata per l’80% in mangime per animali.

Secondo il World Wide Fund For Nature (WWF), proviene principalmente da Stati Uniti, Brasile o Argentina.

nascondere le fonti

autore

Agenzia di stampa tedesca (Dpa)

Fonti

Fondo mondiale per la natura (WWF) https://www.wwf.de/themen-projekte/landwirtschaft/produkte-aus-der-landwirtschaft/soja

Centro federale per la nutrizione https://www.bzfe.de/lebensmittel/vom-acker-bis-zum-teller/huelsenfruechte/huelsenfruechte-gesund-essen/#:~:text=Soybeans%20are%20the%20%20highest% 20proteine%20legumi, contenuto di grassi %20%20circa%2018%20%

Leave a Reply

Your email address will not be published.