Suggerimenti contro i brividi: perché ti fermi costantemente in ufficio a casa

Freddo, più freddo, ufficio a casa: la temperatura della stanza è giusta, ma ci sentiamo ancora particolarmente freddi sulle nostre scrivanie a casa. In particolare mani e piedi si raffreddano.

Perché? Il fisiologo Prof. Ralf Brandes spiega cosa sta succedendo nel corpo e come fornire calore.

Perché ci si raffredda così velocemente nell’home office?

Ralph Brandes: Le distanze sono brevi, non ci muoviamo e sediamo tutto il giorno. Quando non ti muovi, il tuo cuore pompa meno sangue alle braccia e alle gambe. Ci arriva meno sangue caldo, ci raffreddiamo lentamente.

Quando la temperatura scende, il corpo cerca principalmente di mantenere caldo il centro del corpo, le estremità non sono così importanti per la sopravvivenza.

Ecco perché soffriamo principalmente di piedi e mani freddi. E una volta che sono freddi, è difficile riscaldarli di nuovo.

Cosa possiamo fare per i brividi?

incendi: Fai funzionare la tua circolazione, accelera il tuo cuore a oltre 100 battiti al minuto. Questo può essere fatto saltando, per esempio. Muscoli tesi, sudorazione. Che scalda.

Aiuta anche a riscaldarsi dall’esterno, ad esempio con un bagno caldo o un tè caldo. A proposito, anche l’alcol aiuta: ha un effetto simile sull’esercizio e apre i vasi sanguigni.

I calzini o una coperta, invece, fanno poco per migliorare le cose, almeno se hai già freddo. Oltre a muovere mani e piedi.

Qual è una strategia anti-freddo ottimale?

incendi: Evita un posto di lavoro pieno di correnti d’aria. C’è sempre una brutta copia alla finestra, non importa quanto sia stretta. Se lavori nel seminterrato, ad esempio, devi sapere che l’umidità più alta lì ci rende più soggetti al gelo.

Aumentare un po’ la temperatura ambiente non aiuta molto. Per escludere il congelamento, dovrebbe essere compreso tra 29 e 30 gradi.

Ma questo non aiuta, perché ci stanchiamo da temperature così elevate. Solitamente è sufficiente una temperatura ambiente di 21 gradi, oltre i 25 gradi sopraggiunge la stanchezza.

Se il posto di lavoro è ottimizzato, assicurati di stare al caldo dentro e fuori. Fondamentalmente una volta ogni ora, alzati e cammina per due o tre minuti, quindi rimbalza un po’.

Di tanto in tanto bevi un tè caldo o fai un pediluvio caldo.

Sulla persona: Ralf Brandes è segretario generale della Società di fisiologia tedesca. È anche direttore dell’Istituto di Fisiologia Cardiovascolare dell’Ospedale Universitario di Francoforte.

Leave a Reply

Your email address will not be published.